PDF Stampa E-mail

 

Internauti per passione

 

La “cittadinanza del paziente psichiatrico” non è la semplice ricostruzione dei suoi diritti formali, ma la riappropriazioni dei suoi diritti sostanziali (affettivi, relazionali, materiali, abitativi, lavorativi, etc). Si deve cercare di valorizzare le risorse di ogni soggetto per aiutarlo a raggiungere il maggior inserimento sociale possibile, la maggiore realizzazione di se stesso e la miglior qualità della vita.

Questo può avvenire fornendo dei luoghi di partecipazione dove coloro che vogliono, possono, esprimere il loro parere e lottare per i propri diritti.

 

 

 

 

 

 

Sito realizzato con la collaborazione di

Provincia di Ancona1presentazione__associazione_rosimo_rATS12